RECUPERO CREDITI E PROCEDIMENTI ESECUTIVI

Il recupero crediti è un’attività che mira ad ottenere il pagamento di un credito (totale o parziale), sia quando il debitore rifiuta di onorarlo, sia quando si trova in una situazione di momentanea difficoltà ad adempiere la sua obbligazione.

In ogni caso, prima di intraprendere la via giudiziaria (causa in tribunale con conseguente aggravio di oneri, costi e tempi), nella maggior parte dei casi si tenta di risolvere il problema in via bonaria, ottenendo un adempimento anche parziale in tempi ragionevoli.

L’attività di recupero credito si articola, quindi, in due diverse fasi, quella stragiudiziale e quella giudiziale.

La procedura di recupero crediti stragiudiziale consente in primis di evitare l’aggravio di costi e tempi delle vie legali, ma presuppone la collaborazione del debitore. La finalità è quella di concordare un piano di rientro con il debitore tramite solleciti epistolari, telefonici e, in alcuni casi, contatti diretti per mezzo di funzionari.

Nel caso in cui il recupero in via bonaria non porti ad alcun risultato sarà possibile eseguire accertamenti economico/patrimoniali per valutare l’opportunità di avviare l’azione giudiziaria anche alla luce della capienza patrimoniale del debitore.

Il primo passo formale per tentare il recupero del credito è, quindi, la messa in mora: tramite un’ultima lettera raccomandata A/R il debitore viene intimato a pagare la somma dovuta entro un termine determinato, trascorso il quale è possibile avviare l’azione giudiziaria con l’addebito di tutti i maggiori oneri sostenuti.

Eseguita la messa in mora, può avere inizio la fase giudiziale, che ha quale obiettivo primario quello di ottenere un titolo esecutivo, ovvero l’atto o il documento in base al quale è possibile avviare l’esecuzione forzata sui beni del debitore (es.: l’automobile, la casa, somme di denaro, i beni della società, ecc.).

Ottenuto il titolo, si può procedere alla fase esecutiva: pignoramenti mobiliari, immobiliari e presso terzi, diretti a sottrarre coattivamente al debitore determinati beni (pignorabili) facenti parte del suo patrimonio ed a convertirli in denaro, al fine di soddisfare integralmente il creditore.

Se hai crediti insoluti e il debitore si rifiuta di pagare, contatta lo Studio Legale Vallini Vaccari per ottenere consulenze ed assistenza altamente qualificata nelle fasi stragiudiziale, giudiziale ed esecutiva.

 

Richiedi una consulenza


 

Pillole di latino...

Mora debitoris perpetuat obligationem

La mora del debitore perpetua l'obbligazione

 

News dello studio

gen3

03/01/2018

Parchimetro che non accetta il bancomat: illegittima la sanzione per divieto di sosta

Parchimetro che non accetta il bancomat: illegittima la sanzione per divieto di sosta

  Il Giudice di Pace di Verona, all’esito di un ricorso presentato da un’automobilista patrocinata dallo Studio Legale & Tributario Vallini Vaccari, ha affermato nella sentenza

mag23

23/05/2017

Responsabilità sanitaria: come cambia il processo con la nuova Legge Gelli

Responsabilità sanitaria: come cambia il processo con la nuova Legge Gelli

Edito da www.giuridica.net al seguente LINK   1. La responsabilità civile dell’esercente la professione sanitaria; aspetti processuali Rispetto alle novità di carattere

mag15

15/05/2017

Responsabilità sanitaria: le novità introdotte dalla c.d. Legge Gelli

Responsabilità sanitaria: le novità introdotte dalla c.d. Legge Gelli

Tutte le novità introdotte dalla Legge n. 24 dell’8 marzo 2017 (c.d. Legge Gelli) con specifico riferimento alla responsabilità civile degli esercenti la professione sanitaria. Edito