DIRITTO BANCARIO E FINANZIARIO

Il diritto bancario è quella branca del diritto che disciplina l'attività della banca come istituzione e come soggetto attivo o passivo di rapporti giuridici. In base a questa basilare distinzione, possono subito individuarsi due prospettive di studio della materia.

La prima è quella dello studio dell'istituto di credito in senso statico-pubblicistico, nella sua dimensione giuridica, nei rapporti giuridici attivi e passivi con gli organi di vigilanza; la seconda è quella dinamica-privatistica, come studio dell'attività dell'istituto bancario, delle esigenze economiche che l'istituzione creditizia è volta a soddisfare, degli strumenti giuridici dei quali questa si serve, secondo ciò che la legge prevede.

Spesso le banche applicano nei confronti dei propri clienti interessi anatocistici o, in alcuni casi, usurari, gravando le tasche dei correntisti (che siano consumatori od imprenditori) di spese occulte non espressamente previste nei contratti, che devono essere stipulati sempre in forma scritta, ai sensi dell’art. 117 del D. Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, “Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia".

E’, quindi, opportuno e consigliabile effettuare controlli sulla legittimità delle clausole pattuite con l’istituto di credito e sull’applicazione di interessi usurari o anatocistici (vietati per legge dal 1 gennaio 2014) o di commissioni occulte, in particolar modo nell’ipotesi, molto frequente, in cui la banca abbia concesso fidi o aperture di credito.

Parimenti delicata e complessa può essere, infine, la patologia giuridica legata alla sottoscrizione di finanziamenti nei confronti dei consumatori.

Per chiedere una consulenza, contatta lo Studio Legale Vallini Vaccari, che con l’ausilio esterno del dr. Commercialista Vito Misino, esperto contabile in materia bancaria e finanziaria, saprà fornirti assistenza altamente qualificata nelle procedure stragiudiziali e giudiziali di reclamo avverso l’attività bancaria illegittima.

 

Richiedi una consulenza


 

Pillole di latino...

Quod a me datum est, ex meo tuum fit

Quello che è stato dato da me, da mio diviene tuo

Il brocardo (attribuito a Caio) ci dà la definizione classica del contratto di mutuo, dalla quale si evince con chiarezza che la proprietà delle cose date a mutuo si trasferisce al mutuatario. Il mutuo è, infatti, un tipico contratto traslativo, per effetto del quale la cosa data a prestito passa in proprietà di colui che la riceve, il quale ha facoltà di consumarla a piacimento, con l'obbligo però di restituire non l'identica cosa ricevuta, ma altrettante cose dello stesso genere e qualità.

News dello studio

gen3

03/01/2018

Parchimetro che non accetta il bancomat: illegittima la sanzione per divieto di sosta

Parchimetro che non accetta il bancomat: illegittima la sanzione per divieto di sosta

  Il Giudice di Pace di Verona, all’esito di un ricorso presentato da un’automobilista patrocinata dallo Studio Legale & Tributario Vallini Vaccari, ha affermato nella sentenza

mag23

23/05/2017

Responsabilità sanitaria: come cambia il processo con la nuova Legge Gelli

Responsabilità sanitaria: come cambia il processo con la nuova Legge Gelli

Edito da www.giuridica.net al seguente LINK   1. La responsabilità civile dell’esercente la professione sanitaria; aspetti processuali Rispetto alle novità di carattere

mag15

15/05/2017

Responsabilità sanitaria: le novità introdotte dalla c.d. Legge Gelli

Responsabilità sanitaria: le novità introdotte dalla c.d. Legge Gelli

Tutte le novità introdotte dalla Legge n. 24 dell’8 marzo 2017 (c.d. Legge Gelli) con specifico riferimento alla responsabilità civile degli esercenti la professione sanitaria. Edito